Il giardino rinasce

nuove semine

A un anno di distanza molte cose sono cambiate, nel giardino della Dràa: il lavoro da fare è ancora tanto, ma ci sono già nuovi colori, nuova vita e soprattutto splendidi amici a condividere la gioia di veder germogliare i semi e di porre a dimora i nuovi alberelli!

Il pozzo continua a dare buona acqua e la sua pompa lavora anche per gli orti DSCN1078vicini. Così, mentre le palme riprendono vigore, i primi ortaggi e legumi entrano nella tajine e anche grano e foraggio crescono rigogliosi. Le prime a cogliere con gioia la novità sono state le rondini, tornate a volteggiare a volo radente per cacciare gli insetti sui campi irrigati.

Ma il giardino è visitato assiduamente anche da ballerine gialle, monachelle, passeri, farfalle di grande effetto cromatico, libellule e piccoli roditori.

Col nuovo anno, è arrivata Dada: la fennec mascotte dei cammini nel deserto che da Reggio Emilia è giunta fin qui con Massimo Montanari ed Eugenia Dell’Aglio e ha piantato olivi, fichi, melograni, mandorli…con loro e col sindaco Ibrahim, Said, Omar e Rashid. Ci sono venuti a trovare anche Luca Gianotti e Fabiana Mapelli col piccolo Giacomo, insomma tante guide e poi ancora tanti viaggiatori della Compagnia dei Cammini. DSCN1081Il giardino aspetta a braccia aperte gli amici desiderosi di visitarlo e di affidargli nuove piante da crescere e accudire…intanto, grazie alla solidarietà, all’entusiasmo che cresce ed alle prospettive di collaborazione con  la locale Association Sidi Naji pour la culture et le développement” le opportunità di ampliare il progetto si fanno ogni giorno più concrete.

Annunci