Due giorni di prevenzione, cure e farmaci gratuiti

Le donne berbere e saharawi coi loro bambini sono state le prime ad affollare, di buon’ora, il cortile dell’ambulatorio di M’hamid, dove per due giorni hanno potuto ottenere gratuitamente diagnosi, terapie e farmaci cui normalmente non possono accedere perché qui non esiste uno stato sociale in grado di garantire l’assistenza sanitaria ai meno abbienti. Il 17 e 18 aprile l’Associazione Sidi Naji per la cultura e lo sviluppo ha infatti promosso un’iniziativa a scopo benefico. Con la DSCN1405volontà di sottolineare il valore di un diritto alla salute e al benessere diffuso anche fra gli strati più deboli della popolazione. Un’adesione così numerosa non era affatto scontata, spesso chiusura e diffidenza sono ostacoli molto forti. Invece queste donne hanno dimostrato grande consapevolezza e messo in evidenza che la salute è un bisogno essenziale e attende risposte concrete.DSCN1501Tutte le richieste di cura sono state accolte dai medici che per due giorni non hanno avuto respiro, ma c’è stata un’attenzione particolare per la prevenzione delle malattie dell’apparato genitale femminile e per la circoncisione dei bambini effettuata con criteri chirurgici moderni.  Un’idea ormai universalmente condivisa, ma non alla portata di tutti. DSCN1511Dopo le visite sono stati dispensati farmaci per le principali necessità terapeutiche che spesso hanno a che fare con infezioni da germi oggi considerate banali, ma che possono creare seri problemi in assenza di cure adeguate. DSCN1410 - CopiaE’ importante che iniziative di questo tipo si ripetano ed è importante che l’ambulatorio di M’hamid diventi un punto di riferimento permanente anche per chi non dispone di una copertura mutualistica e non può pagare visite e specialità medicinali.DSCN1418 Grazie a chi si prodiga per questo!

 

Annunci